lunedì 21 maggio 2012

I miei budini verde speranza! (ovvero: budino salato di fagiolini e patate su letto di pesto alla genovese con sticks di focaccia alla salvia...per l'MTC!!!!)



Già. Non scrivo da mesi. In ferie ci sono stata, ed è stato bellissimo, ma ovviamente non tutto questo tempo (e magari!!!!).
Gli impedimenti sono stati altri, qualcosa mi ha tenuto lontano dai fornelli molto a lungo. Quel qualcosa è lungo al momento pochi cm, pesa pochissimo, si muove ma non si sente (non ancora) ed a quanto pare si tratta di un esserino di sesso femminile...finalmente pareggiamo i conti in famiglia e ....SI, sono incinta!!!!
Fra qualche giorno inizia il quinto mese, e per chi ha anche la sfortuna di vedermi ogni tanto non è più un mistero. A dir la verità qualcuno che  si domanda se ho esagerato con le lasagne o se aspetto un bambino e non ha il coraggio di chiedere ancora c'è. A tal proposito, vorrei suggerire a tutte le case di moda premaman, di inventare una maglietta simpatica con la scritta: "si, sono in dolce attesa!" per fugare tutti i dubbi ed evitarsi gli sguardi dei timidi curiosi che sospettano ma non osano....
Comunque, i primi mesi sono passati nella scaramantica omertà generale, ma soprattutto nella totale sofferenza da nausee. Non so chi ha pensato di chiamarle mattutine. Col cavolo. Partono la mattina, ma non ti abbandonano sino a sera. Ti accompagnano senza pietà nell'arco delle 24 ore, da quando ti alzi a quando ti ripiazzi in posizione orizzontale sperando in un po di conforto (che non arriva, salvo addormentarsi). E' una perenne sensazione di mal di mare, aggravata dal camminare e per l'amor di dio...dall'andare in macchina. I miei cari, abituati ad una me entusiasta di cucinare, di sperimentare cose nuove, sapori, odori, consistenze, hanno passato mesi a 4 salti in padella, polli della rosticceria, pizze da asporto e quant'altro non implicasse la mia presenza in cucina a spadellare. 
Nonostante le gufate di alcune amiche (stile: "ah io ho vomitato pure in sala parto!" "uuhh...per tutti e tre i miei figli non sono mai passate, anzi, peggiorano!" ) per quel che mi riguarda, tutto è andato come da manuale: girata la boa del terzo mese, un mattino apri gli occhi e....ti senti bene!! Per scaramanzia non lo dici, e non esulti nemmeno (che lo sai che poi la paghi) ma giorno dopo giorno cominci a crederci, e non solo stai meglio ma inizi davvero a provare quello stato di grazia che ricordavi dalla prima gravidanza (di ormai dieci anni fa!) priva di ogni tipo di intoppo, nausee comprese. E allora, ti viene in mente che forse si, puoi anche ricominciare a cucinare. E qual'è l'occasione migliore se non un MTC?!?!?!!? 
Così, ho pensato che non so quanto in questi mesi (ma soprattutto in quelli che seguiranno la nascita) riuscirò a star dietro al blog e riempirlo di ricettine golose (considerando anche le innumerevoli restrizioni alimentari che mi ha IMPOSTO CA-TE-GO-RI-CA-MEN-TE  il mio santo ginecologo) ma cascasse il mondo, qui apparirà una ricetta al mese almeno: quella dell'MTC!
Così oggi mi sono data da fare....e ho preparato i miei budini. Loro sono verde speranza: la speranza che tutto vada finalmente bene, che la piccola sia sana, che fine ottobre arrivi presto e non ci siano complicazioni, insomma, tutto quello che una mamma in attesa puo augurare a se stessa e alla sua creaturina. E, cosa non da meno, sono anche buoni. Se penso poi che le verdure sono una fra le pochissime cose a cui il gine non solo non ha messo veti, ma anzi, ha dato un totale via libera, danno pure soddisfazione. Non se li pappano solo gli altri, me li godo pure io!


Basta ciance....ecco la ricettina:

BUDINI SALATI DI FAGIOLINI E PATATE SU LETTO DI PESTO ALLA GENOVESE CON STICK DI FOCACCIA ALLA SALVIA:
Ingredienti:

Per i budini:
300 gr di fagiolini
200 gr di patate
100 ml di panna
2 uova
30 gr di parmigiano
sale qb

Mettere sul fornello una pentola capiente con acqua salata e attendere che prenda bollore. Nel frattempo, pulire i fagiolini e sbucciare le patate. Queste ultime vanno tagliate a tocchetti perchè lessino più velocemente. 
Quando l'acqua bolle, buttare fagiolini e patate e lessarli per una ventina di minuti. A cottura, scolarli e metterli nel frullatore con le uova, la panna e il parmigiano. Frullare e assaggiare...aggiustare di sale. 
Imburrare gli stampini, e versare il composto quasi sino all'orlo. Preriscaldare il forno a 180°. In una teglia capiente versare acqua sino a due dita dal bordo e mettervi dentro gli stampini. Infornare con cura e cuocere a bagnomaria per 30°. Una volta cotti, con attenzione, estrarre dal forno e togliere dalla teglia. Prima di sformare i budini attendere che siano almeno tiepidi, pena lo spetasciamento!! (oltre che l'ustione assicurata!)

Per il pesto alla genovese:

1 mazzetto di basilico
1 spicchio aglio 
2/3 cucchiai abbondanti di parmigiano
1/2 cucchiai di pinoli
sale
olio evo

Lavare bene le foglioline di basilico e lasciarle asciugare. Nel mixer (si lo so che il mortaio è la morte sua, ma ragazze, abbiamo anche una vita vero?!?! ) mettere le foglie di basilico, il parmigiano, l'aglio, i pinoli, l'olio e il sale. L'olio va abbastanza ad occhio...metterne prima un cucchiaio o due, azionare il mixer e poi aggiungere se vedete che resta tutto troppo "secco". Deve ovviamente venire una cremina...

Per la focaccia alla salvia:

500 gr di farina 00
200 ml di acqua tiepida
25 gr di lievito
20 foglie di salvia fresca
2 tazzine da caffe di olio evo
sale
acqua, sale grosso e olio per infornare q.b.

Nella ciotola della planetaria mischiare la farina e il sale. Sciogliere il lievito nell'acqua tiepida ed aggiungere alla farina, insieme all'olio e alle foglie di salvia lavate e tritate a coltello. Azionare la planetaria e fare amalgamare tutti gli ingredienti. Il risultato deve essere un impasto morbido ma non appiccicoso. Non serve lavorarlo ulteriormente, estraete l'impasto dalla planetaria e mettete a lievitare in un luogo asciutto e privo di correnti sino a che non raddoppia. Quando sarà radoppiato, prendete una teglia capiente e possibilmente di alluminio e con i bordi alti (non vanno bene le teglie per la pizza!!!), e mettete MOLTO olio sul fondo. Con le mani unte, iniziate a stendere l'impasto, cercando assolutamente di non bucarlo, non si riuscirà a "ripararlo". Una volta steso, rimettere a lievitare ancora un quarto d'ora/ venti minuti (sarà sufficiente). Nel frattempo, scaldate il forno alla temperatura massima e mettete la griglia nella parte più bassa del forno. Quando l'impasto ha finito la sua lievitazione, affondare con delicatezza i polpastrelli nella pasta, per formare i tipici "ombelichi" della focaccia, sempre facendo attenzione però a non bucarla! A questo punto, cospargere con un po di sale grosso, oliare (si, ancora..la focaccia non è dietetica!!!) e versare sulla focaccia dell'acqua facendo attenzione che non finisca sotto l'impasto altrimenti si attaccherà (ecco perchè servono teglie con i bordi alti).
Infornare nella parte più bassa del forno alla temperatura massima per....dipende dal vostro forno. Nel mio sono serviti 40 minuti abbondanti. La focaccia deve formare una bella crosticina sul fondo e dorarsi sopra. 
Appena sfornata e non un secondo oltre, la focaccia va capovolta per far evaporare via l'umidità che si crea sul fondo della teglia: pena, una focaccia gommosa. Basta lasciarla capovolta un paio di minuti. La focaccia è pronta. E' buonissima anche così da sola....ma stavolta noi la tagliamo a striscioline e la serviamo sotto forma di sticks....... :)

Con questa ricetta partecipo all'MTC di maggio

 e faccio il mio rientro nella gara più gettonata e divertente del web.....e di questo ringrazio le zie virtuali di Menù Turistico, che hanno avuto pietà delle mie nausee e hanno chiuso un occhio sulla mia sparizione....GRAZIEEEEE!!!!!!!

11 commenti:

白璐吉 ha detto...

Evviva il gran ritorno!!! W le pance!!! E che bei suggerimenti per la focaccia. Non sapevo il trucco del rivoltamento a fine cottura (forse per questo quelle che ho fatto avresti potuto masticarle per ore prima di sputarle?). Ci provero' e buona fortuna per il premio

Memole ha detto...

Deliziosi!!!

Viviana ha detto...

Titolo: "A VOLTE RITORNANO"
Sottotitolo: "E pure in due!!!!!"
Evviva evviva!!! Bentornata sul blog, all'MTC e soprattutto agli spadellamenti a cuor (e stomaco) leggero!!!
:-)))

Daniela ha detto...

Santo cielo che bellezza!!! Il ruolo della zia è senza dubbio il II in ordine di preferenza, subito dopo quello di mamma , ma proprio di poco! Siamo lietissime che tu sia tornata da noi "doppia" e ancor più che tu ci dedichi subito un budino così bello anche nella presentazione!
Grazie Silvia

Erica ha detto...

bentornata :)

Acquolina ha detto...

tantissimi auguri! sono contenta che ti possa godere questo piatto, infatti è anche molto sfizioso e ben realizzato, complimenti! Ciao :-D
Francesca

cuoca gaia ha detto...

innanzitutto tanti auguri!!! E' un buonissimo motivo per stare lontana dai fornelli, e poi pensa che fra poco tempo avrai una nuova bocca da riempirecon i tuoi manicaretti e potrai recuperare ;) Il budino mi piace molto e poi quel verde mette allegria! baci

Alessandra Gennaro ha detto...

tesoro, arrivo solo adesso e non sai con che felicità ho letto questo post. un consiglio solo, se posso: dai retta a tutti- e a nessuno. La gravidanza è uno stato naturale, non certo una malattia e le figlie femmine sono quanto di meglio ti possa capitare. detto da orgogliosissima zia di maschio straadorato e da madre devastata da una figlia adolescente: ma ti assicuro che è così. goditi questo periodo, fai le cose che ti fanno stare bene e se ll'mtchallenge può aiutarti, non sai come ci rende contente, saperlo. Flavia ha aperto un gruppo di Facebook, dove si chiacchiera tanto: se ti fa piacere farne parte, si chiama MTC Worldwide :-)) ed è la prosecuzione di questa gabba di matti: se hai tempo e voglia, di sicuro troverai un sacco di stimoli e di amiche, alcune delle quali prossime a diventare mamme, come te.
Sul budino che profuma di Genova dall'inizio alla fine, cosa posso dire, se non che mi piace da matti?
Un bacione

Silvia ha detto...

Grazie a tutte!!
Tanto per gradire, io e Brady siamo andati 4 giorni all'isola d'Elba per un ultima fuga in 2.. è stato bellissimo, tempo compreso che qui invece continua ad essere sul maffino andante....
Che dire..grazie del bentornata, degli auguri, dei complimenti...@Luci ho fatto una serata di corso sulla focaccia e ho appreso un po di trucchi...a breve su questi schermi!
@Cuoca Gaia: c'è solo da sperare che l'appetito di questa non sia lo stesso del fratello maggiore Slowfood, che altrimenti posso anche evitare proprio di avere una cucina in casa, altro che una nuova bocca da riempire...sgrunt! @Alessandra: grazie! guarda..lo faccio, e in primo luogo cerco di non dare nemmeno retta a me stessa quando paragono questa alla mia prima gravidanza (...di dieci anni fa!!!!!) al gruppo mi sono giù iscritta, ma non riesco ad esser presentissima su fb...cmq quando posso seguo anche li! E per i budini...grazie ;) <3

Giada V. ha detto...

Buonissimi!!!!!!!!!! E a dir poco belli!!!
Molto invitanti, complimenti!! :)

A presto, Giada.
http://sorbettoalimone.blogspot.it/

simonetta ha detto...

Complimenti per il blog e per la tua gravidanza: passa dal mio blog, c'è una sorpresa per te.