giovedì 20 gennaio 2011

Il buon sapore del mangiare...pennette zucchine, feta e olive



Domenica scorsa, ero con Slowfood alla festa di compleanno di una sua compagna di classe. C'erano sul buffet una marea di cose ottime e invitanti, ma io, in preda alla fissa (ed effettiva necessità) di perdere qualche chiletto, ho cercato di ignorarlo bellamente e me ne sono tenuta alla larga. La cosa non è passata inosservata ad una mamma mia amica, e parlando le spiegavo il motivo del mio "autocontrollo". In tutta risposta, mi ha portato da suo marito poco più in là, che mi ha assicurato, essendo un assiduo frequentatore di palestre, aveva anche una certa esperienza in campo "alimentazione per rimanere in forma" . Così, mi ha istruito: dice che per perdere peso non è strettamente necessario fare la fame, e questo in effetti, specialmente direi se non si devono perdere 20 chili, è assodato. Dice anche però che non è nemmeno necessario abolire ciò che più ci piace, tipo nel mio caso, la pasta. Amo un bel piattone di pastasciutta? Posso concedermelo a patto che sia...in bianco. Anche un etto e mezzo eh...però, un giro d'olio a crudo e se proprio voglio esagerare, un cucchiaino di grana grattuggiato. Alla sera una bistecchina ai ferri o al vapore, carne bianca e no salsine o condimenti vari...poco sale. Frutta si, ma no banane e kiwi (non sarebbe un enorme sacrificio, anche se io amo i kiwi). Confesso che subito, non mi è sembrata una impresa impossibile. Tant'è che il giorno dopo, complice il fatto che pranzavo da sola, mi sono preparata un piatto di spaghetti in bianco. Abbondante e comunque soddisfacente. Ma la sera? La sera a cena ci sarebbero stati Bradi e Slowfood a tavola con me e le opzioni sarebbero state due: o fettine di pollo al vapore, scondite e poco salate per tutti, oppure una bella bistecchina a loro e le fettine a me. Ovviamente la prima scelta avrebbe creato parecchio malcontento ai due uomini di casa. Specialmente al più grande, che il piccolo mangia solo perchè deve. E qui arriva la mia debolezza. Se cucino e presento in tavola qualcosa di profumato, buono, colorato, accattivante, bhè...non riesco a lasciarlo li!! E quindi, bistecca per tutti. Non sono un animale da dieta, è inutile. O mi rinchiudono in un monolocale da sola, o altrimenti, mangerò sempre quello che c'è in tavola per tutti. A questo punto non mi resta che diminuire le dosi...fare qualcosa oltre lo yoga che richieda un maggiore dispendio di energie...e alla fine convincermi che in fondo, anche con quella panzettina non esattamente piatta non sono poi da buttare via. Sono tanto simpatica e solare no? :D :D ehehehehehe E questa è nettamente la mia pasta preferita...calda e solare come mi sento io. Colorata, vivace, saporita. Non è fra le mie ricette da molto tempo, saranno un paio di anni. L'ho assaggiata la prima volta a casa di mia cognata e la ricetta originale prevede melanzane al posto delle zucchine...ma qui in casa mia, dove Slowfood richiede sempre la piccola "modifica" per accontentare anche il suo gusto, le melanzane le metto solo quando a tavola ci siamo io e Brady da soli. Quindi il più delle volte, prevale la mia alternativa. La feta ha un sapore meraviglioso, deciso e pieno. La sua consistenza è perfetta. Le olive...va bhè, a me piacciono da impazzire, quindi mi appagano in pieno. Di questa pasta potrei riempirmi il piatto tre volte fino all'orlo...ma mi sono data un limite. Anzi, ho fatto di più. Ho usato il trucchetto dei dietologi. Me la sono servita in un piatto più piccino, così sembrava bello pieno, ma in realtà era una porzione normale....così gusto, mente, stomaco e forse bilancia, si sono messi tutti d'accordo. Poi oggi c'è il sole. Magari vado in passeggiata a mare a fare un giro con Slowfood dopo la scuola, e smaltisco...l'importante è crederci! :)

PENNETTE ZUCCHINE, FETA E OLIVE
Ingredienti:
200 gr di pennette
1 bella melanzana grande 4 zucchine medie
100 gr di olive nere snocciolate (ma quando le trovo...le olive nere greche sono il massimo)
100 gr di feta greca
1 spicchio di aglio
olio evo e origano

Mettere l'acqua salata sul fuoco. Nel frattempo pulire la melanzana le zucchine, tagliarla a cubetti tagliarle a metà e a rondelline e saltarle in padella con aglio e olio finchè non sono cotte. A fine cottura della melanzana delle zucchine aggiungere le olive tagliate a rondelle e continuare a saltare il tutto in padella ancora per cinque minuti. In un tagliere, tagliare la feta a cubetti piccini e tenerla pronta. Nel frattempo cuocere le pennette al dente. Quando sono pronte, scolarle e passarle mezzo minuto in padella con melanzana zucchine e olive, e alla fine aggiungere la feta. A fuoco spento, mescolare velocemente, e servire. Si completa con una spolverata di origano. Provatela, è una pasta davvero "allegra" e gustosa!

8 commenti:

Erica ha detto...

bellissima ricetta... la feta è davvero un formaggio poco utilizzato da noi, ma davvero ottimo per questo piatto, sei stata bravissima a scegliere gli ingredienti! ^_^

Cristina ha detto...

Bella ricetta, personalmente toglierei la feta perchè non mi piace il formaggio, ma sono io quella strana :P

myriam ha detto...

E' un'ottimo modo per condire la pasta in modo leggero! Grazie per l'idea!!

Luciana ha detto...

Che bella e buona idea, una specie di pasta alla greca...divina e anche bella leggera!!!! un abbraccio :)

Pip ha detto...

Olive + feta = connubio perfetto! :)

Ylenia ha detto...

Sai che non ho mai mangiato la feta? Dovrei rimediare perchè non voglio perdermi piatti così buoni e gustosi come i tuoi. Quanto alla dieta... beh io riesco per un periodo, poi smetto, mi piace troppo mangiare!!

Fabiana ha detto...

feta e olive.. amiche per la pelle!!! insieme mi sa che sono buonissime

Enza ha detto...

deve essere buonissima..peccato non possa mangiare
la feta..
buona settimana
Enza