mercoledì 3 novembre 2010

Torta margherita vegana (senza uova e senza burro) cotta nello stampo in silicone Pavoni!



No, non sono diventata vegana...e nemmeno vegetariana! Sarei davvero poco credibile. Non solo non riuscirei a rinunciare a una bella fiorentina, o a un curry di pollo, o a una salsiccia al vino rosso come dio comanda..ma non levatemi per favore nemmeno le uova e il mio bicchierone di caffelatte al mattino!! Posso impegnarmi a mangiarne meno, a seguire una dieta bilanciata e più sana, ma non credo che avrei la forza di volontà necessaria per mettere un lucchetto alla porta della definizione di onnivora. In questo caso, la torta vegana è stata la scoperta di un pomeriggio di qualche tempo fa, quando un'amica ha telefonato dicendo "vengo a trovarti!" e  il frigo piangeva...niente uova. In dispensa nemmeno l'ombra di un pacco di biscotti da poter offrire con un thè...Al che ho provato a cercare nella magica rete qualcosa, e ho trovato questa. Confesso che il mio approccio alla ricetta andava ben oltre lo scetticismo. Ero li che mischiavo gli ingredienti già praticamente convinta di dover buttare via tutto, con buona pace mia, dell'impasto e dell'amica improvvisatrice che avrebbe dovuto accontentarsi di un thè liscio sotto ogni punto di vista.... E invece la sorpresa è stata positiva. Non solo la torta contro ogni mia aspettativa è lievitata senza problemi, ma era anche soffice e gustosa. Essendo poi molto "neutra", si presta ad ogni sorta di aggiunta...puo diventare al limone, puo essere arricchita con gocce di cioccolato o uvette...non ho ancora provato, ma secondo me potrebbe essere ottima anche come torta di mele, aggiungendo all'impasto pezzettini di frutta e cannella...insomma, è una torta meravigliosa, valida per chi segue i principi vegetariani/vegani e per chi ogni tanto si ritrova il frigo vuoto e la necessità immediata di fare un dolce...
Questa che ho fatto oggi poi è decisamente speciale anche per un altro motivo...l'ho cotta in uno stampo in silicone che la ditta PAVONI mi ha più che gentilmente spedito, insieme ad altri 4 tipi diversi di stampo. Ed ecco, qui vale la pena spendere qualche parola in più per questa azienda. Prima di tutto (e per me è sempre stata una cosa fondamentale) vorrei segnalare la cortesia e la disponibilità di chi ci lavora. I contatti sono stati sempre all'insegna di una massima gentilezza. La spedizione, rapidissima. Tanto che io nemmeno immaginavo che avrei ricevuto tutto prima della mia partenza. E invece sorpresa....ecco qui, il mio bel pacco, contenente gli stampi prescelti consultando il loro bellissimo sito. Vale la pena dare un occhiata, quindi se potete fate un giro dalle loro parti! 
Io mi sono trovata benissimo. Nelle confezioni, sono chiaramente indicate le modalità di utilizzo degli stampi, e se si seguono alla lettera il risultato è davvero perfetto. Gli stampi, prima di essere utilizzati per la cottura, vanno lavati in lavastoviglie. Al primo utilizzo (e pare soltanto a quello, io per ora, una volta sola l'ho usato e quindi devo ancora verificare) va imburrata o unta la teglia. Essendo il silicone un ottimo conduttore, è consigliabile utilizzare una temperatura lievemente più bassa di quella prevista dalla ricetta e controllare bene i tempi di cottura. Io ho abbassato di una decina di gradi e il tempo di cottura nel mio forno è stato preciso preciso quello indicato nella ricetta. La torta va fatta raffreddare COMPLETAMENTE nel suo stampo e fuori dal forno prima di poterla impiattare...a quel punto toglierla dallo stampo è un gioco da ragazzi, e la forma perfetta! Una volta sformata non resta che decorare...che se siete come me, bhè...il risultato lo vedete (bellino, ma si potrebbe fare meglio!!) mentre se avete almeno un pizzico di manualità ed esperienza in più, potete fare grandi cose!!!
Ringrazio ancora la PAVONI per avermi dato la possibilità di provare i suoi stampi...questo è il primo che ho deciso di usare per la mia torta vegana da portare a casa dei miei per il pranzo pre-nostra partenza di oggi, ma seguiranno altre creazioni, possibili soltanto grazie a questi gioiellini!!!!

TORTA MARGHERITA SENZA UOVA E SENZA BURRO
Ingredienti:
 
300 gr di farina
260 gr di zucchero di canna
3 cucchiai colmi di fecola
vanillina
1 pizzico di sale 
3 tazzine da caffè di olio di semi
3 tazzine da caffè di latte di soia
1 cucchiaio di succo di limone
1 bustina e mezza di lievito per dolci

Mettere tutti gli ingredienti nel mixer e azionare. Se l'impasto risultasse troppo asciutto aggiungere un poco alla volta un po di latte di soia. Versare l'impasto in una tortiera unta di olio e infarinata (se è in silicone come la mia occorre ungere solo se si tratta del primo utilizzo). Infornare in forno preriscaldato a 180° per 45 minuti (io con stampo in silicone ho fatto 170° per 45 minuti). Togliere dal forno e prima di togliere dallo stampo attendere che si sia raffreddata completamente.

Per la decorazione:
ho usato zucchero a velo e coloranti alimentari liquidi. Mischiare lo zucchero a velo (abbondante) con un cucchiaino del colorante alimentare desiderato, sino ad ottenere una crema densa. Con una sac a poche, o una siringa da pasticcere seguire i contorni che si desidera decorare. Al centro del fiore ho messo granella di zucchero colorata.

5 commenti:

I VIAGGI DEL GOLOSO ha detto...

Complimenti è bellissima e golosissima ... ciao a presto....

Francesca ha detto...

Veramente deliziosa!!!! Complimenti

Federica - Pan di Ramerino ha detto...

Silvia, la tua torta è bellissima!! Oltre che a buonissima!! L'hai decorata proprio bene...sembra proprio una bella margheritona!!!

Anonimo ha detto...

Ηighly energetic blog, I loѵed that bit.
Will therе bе a part 2?

Тake a look at my blog - tens unit

Anonimo ha detto...

Hi. I wanted to drop you a quick notice to precise my thanks.
Ive been following your blog for a month or so and have picked up a ton of
fine info and loved the method youve structured your site.
I'm trying to run my very own weblog nevertheless I think its too basic and I need to give attention to a number of smaller topics. Being all things to all people just isn't all
that its cracked as much as be

My website - having trouble getting pregnant after a miscarriage